MILANO TALK 21/04/2022

MILANO TALK 21/04/2022

Il coraggio di affrontare le sfide senza il timore di cadere, il desiderio di lasciarsi alle spalle le difficoltà degli ultimi anni, la forza di chi non ci sta a farsi fermare dalle avversità ma trova nella serendipità uno straordinario alleato per affermare valori e talento. 

E’ quanto hanno restituito gli studenti del Politecnico di Milano che, questa mattina, sono stati i veri protagonisti della quinta tappa del talk #NonCiFermaNessuno, la campagna sociale motivazionale ideata e condotta da Luca Abete, lo storico inviato di Striscia la Notizia.

«Non è un momento facile per i giovani italiani. Questa campagna sociale dà spazio al racconto del disagio di alcuni provando a stimolare una rinascita grazie all’esempio di chi si sente più forte. E’ questo l’obiettivo: accorciare le distanze e fare in modo che chi ha energia in più possa metterla a disposizione di chi ne ha bisogno»  evidenzia Luca Abete, giunto ormai a metà percorso del suo viaggio nel mondo delle università italiane.

«Il nostro viaggio nel mondo giovanile è straordinario e la tappa con gli studenti del Politecnico di Milano lo ha confermato. Vogliamo farci ambasciatori della diffusione di un vocabolo poco usato ma che può rappresentare uno strumento per sconfiggere le paure e valorizzare il talento: la serendipità». 

Valori che i rettori delle università italiane condividono e riconoscono come importanti, soprattutto in questa fase storica, come confermano anche le parole del rettore del Politecnico, nonchè presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Ferruccio Resta.

«Anche un fallimento è un passo importante per la crescita. Serendipità significa avere il coraggio di provare ad aprire le porte che non si aprono e, nel caso una porta aperta si rivelasse “sbagliata”, riconoscere gli errori».

L’incontro in streaming ha visto la partecipazione di centinaia di universitari e anche alcuni rappresentanti della consulta provinciale degli studenti milanesi. 

E proprio con il tema della rottura degli schemi che portano alla ricerca “dei successi collettivi” che il cantautore Nesli ha catturato l’attenzione degli studenti, confessando i suoi trascorsi difficili: «Ho fatto pace con il mio passato dopo averci fatto a cazzotti!».

Rispondendo ad una domanda di uno studente ha illustrato il profondo valore della gentilezza: «Credo sia un valore forse passato di moda, ma che rivendico. Le persone gentili faranno sempre la differenza. Chi si mostra forte non sempre lo è davvero: la vera forza sta nel rimanere gentili anche quando la vita ti prende a sberle!».

Il premio #NonCiFermaNessuno, su indicazione del Politecnico di Milano è andato a Benedetta Brusasco, ​​straordinario esempio di resilienza che ha affrontato con grande determinazione le difficoltà cui la vita l’ha messa di fronte, superandole brillantemente, soprattutto grazie alla forza infusa da chi ha sempre avuto e sentito al suo fianco.

 

guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i messaggi

    Nome *
    La tua Email *
    Città *
    Università *
    Il tuo messaggio *